SantaSabina...News

“Tre Fegatelli a Monte Stiuccio e Scara

sotto il cielo che risplende,

Sette agl’accompagnatori

nelle lor inusual divise,

Nove ai genitori

provati che la faticosa attesa

spetta,

Uno per l’Oscuro

Mister che salutista rifiuta,

Nella terra di

Bastardo, dove l’Ombra nera

Scende.

Un Fegatello per

domarli, un Fegatello

per trovarli,

Un Fegatello per

Ghermirli e nel

Buio incatenarli,

Nella terra di

Bastardo, dove

L’Ombra cupa

Scende”

Liberamente ispirata dalla “Poesia dell’Anello” di J.R.R. Tolkien

SEMIFINALI

E fu così che l’ignara “Compagnia del Fegatello” si ritrovò il 30 Maggio scorso in quel di Bastardo, illusa dall’oscuro mister, convinta di essere all’ultima trasferta di stagione. Poveri illusi c’è da giocare semifinali e finali, “scusate mi sono confuso …” le false parole che escon dalla bocca del Tasso che così ci condannano all’ennesima, non esattamente comodissima, uscita in esterno per il seguente 8 Giugno in caso di accesso alle finali. E vuoi non accedere …

Partiamo con ordine, si arriva alle semifinali dopo aver dominato nel girone eliminatorio e, ad attenderci, troviamo i padroni di casa della Nuova Gualdo Bastardo ed il Cannara.

Il primo incontro, con i padroni di casa, va sul velluto per i Tassinari che si impongono per 5-0 senza di fatto aver mai lasciato un minimo di iniziativa all’avversario. Avrei voluto essere più dettagliato nella cronaca ma, chi avrebbe dovuto raccogliere impressioni sul match in attesa dell’arrivo del sottoscritto (stavo abbattendo il muro del suono sulla tratta Arezzo-Bastardo), era in realtà impegnato a gozzovigliare con l’ormai tradizionale aperitivo locale a base di birra e fegatelli.

Il secondo incontro con il Cannara segue all’incirca lo stesso andamento, infatti, dopo due minuti Seppoloni sfrutta l’assist a rimorchio di Antognelli per portarci in vantaggio. I Tassinari, forti del vantaggio acquisito, iniziano a gigioneggiare davanti alla porta avversaria ed invece di chiudere la partita rischiano di farla riaprire, ci vuole lo spunto di Montegiove al decimo a sfruttare una corta respinta da calcio d’angolo per portarci sul 2-0. Lo stesso Montegiove, un minuto dopo, testa da fuori area gli ottimi riflessi del numero uno avversario che si difende in angolo. Il 3-0 arriva al tredicesimo ad opera di Cozzetto di controbalzo su cross da calcio d’angolo. La prima frazione si chiude con altri due bei tentativi ad opera di Carlani prima, da fuori area, e di Cozzetto su servizio di Antognelli.

Il secondo tempo segue la trama del primo e si apre con l’ennesima botta di Carlani, schierato punta per l’occasione, deviata in angolo e con una mischia paurosa davanti alla porta avversaria dall’angolo stesso. Il 4-0 arriva al terzo minuto ad opera dello stesso Carlani, servito da Montegiove, da appena fuori area. Il portiere avversario, veramente di ottimo livello, tira fuori un paio di interventi strepitosi per cercare di limitare i danni ma nulla può control la “trivela” di Sabatino che al decimo ci porta sul 5-0. Il 6-0 finale arriva poi al tredicesimo minuto dai piedi di Montegiove veramente in serata di grazia. Appuntamento quindi all’8 Giugno con i fegatelli … pardon con i duelli di Bastardo.

FINALI

Le finali del torneo “Ernesto Pugnali” di Bastardo, sempre con la formula del triangolare, ci vede opposti alle formazioni delle Giovanili Todi e della Polisportiva C4 e si rivelano una specie di odissea ancora da prima del loro inizio. C’è da far convivere la partecipazione al torneo, non esattamente a due passi da casa, e la presenza alla cena di fine anno e le voci sugli orari si rincorrono per una settimana. Risultato? Giochiamo due gare a fila, doccia, premiazione e via di nuovo come dei terra-aria verso casa.

Per il primo incontro troviamo le Giovanili Todi e ci schieriamo con Rusciano e Scarabattola in difesa, Rocchetti a metà campo Seppoloni e Montegiove esterni e Cozzetto punta. Al secondo minuto Rusciano va in percussione centrale, si appoggia a Cozzetto, allargatosi sulla fascia, riceve il passaggio di ritorno e prova, senza fortuna, il tiro. La partita, dopo questa fiammata iniziale, si blocca e fornisce ben pochi spunti di cronaca. Si rivede qualcosa intorno al nono con una bella ripartenza rossoblù sull’asse Cozzetto-Seppoloni ma la conclusione di Montegiove, liberato al limite dell’area, sfiora solo il palo. Ci riprova Seppoloni al decimo, bloccato dal portiere, e due volte Rusciano al dodicesimo in mischia con due salvataggi sulla linea. Il Todi si fa vedere in scadenza di frazione su ripartenza ma la conclusione è fuori dallo specchio. Quando ormai ci si prepara all’intervallo da calcio d’angolo Scarabattola spizza di testa e Rocchetti in spaccata anticipa tutti e mette dentro l’1-0.

Il secondo tempo ripartiamo con Carlani e Scarabattola in difesa, Rocchetti a metà campo, Antognelli e Schipani sulle fasce, Sabatino punta. Schipani e Rocchetti provano subito a chiudere l’incontro ma il portiere fa buona guardia. Al quinto è Sabatino, servito da Rocchetti, ad andare di nuovo largo. Il resto dell’incontro scorre con pochi altri sussulti e ci regala i primi tre punti.

Il secondo incontro ci vede opposti alla Polisportiva C4. Partiamo con Carlani e Rusciano in difesa, Rocchetti a metà campo, Schipani e Montegiove esterni, Cozzetto punta. Lo stesso Cozzetto prova subito ad approfittare di un retropassaggio avventuroso degli avversari ma, complice qualche zolla di dimensioni elefantiache, non riesce a controllare per battere. Ci prova allora Rocchetti al quinto su punizione senza però inquadrare il bersaglio. La C4 si fa vedere all’undicesimo con la punta avversaria che, favorita da un rimpallo, si trova a battere a colpo sicuro, la nostra “flying tiger” Squarta ci mette però la manona e dice no. Nel secondo tempo ripartiamo con Scarabattola e Rusciano in difesa, Seppoloni a metà campo, Antognelli e Schipani esterni e Carlani a fare da punta. Al secondo minuto la C4 passa in vantaggio con il suo centrale di metà campo che si libera della marcatura e riesce ad indovinare il tiro sotto il sette opposto su cui Squarta non può arrivare. Lo stesso Squarta, però, un minuto dopo, in piena crisi da gol subito, ci tiene a galla con un intervento da urlo. I nanerottoli si buttano all’attacco ma le condizioni del campo e l’atteggiamento avversario, il mister Tassini è costretto a 4 (QUATTRO) cambi per infortunio, ci impediscono di essere efficaci. Ci prova Scarabattola di testa da calcio d’angolo ma va alto, Rocchetti colpisce il palo su punizione al nono minuto. Non se ne esce ed anzi al decimo, su contropiede, subiamo il 2-0 che ci mette definitivamente KO.

I ragazzi escono dal campo sfiniti, consapevoli di aver dato tutto, e filano alle docce in attesa di conoscere il risultato dell’ultima partita che decreterà la vincitrice del torneo. L’attesa di noi genitori viene invece mitigata dall’arrivo dell’ineffabile Stiuccio (non ti chiamo Antognelli che sennò mi chiedono “Antognelli chi?”) che arriva con la solita piattata di fegatelli. “Stiuccio ma dobbiamo andare a cena!!!!” sono le labili proteste delle signore subito tacitate con un “E vabbè questo è l’aperitivo”.

L’incontro Giovanili Todi – Polisportiva C4 si chiude, dopo una bella battaglia, sul punteggio di 1-1 che dà la vittoria alla C4 e piazza i Tassinari al secondo posto finale.

Premiazioni volanti e poi via verso la Coccinella per la cena di fine stagione!

Questo è stato l’ultimo impegno ufficiale della stagione per i ragazzi del 2009!

Grazie di tutto ragazzi