SantaSabina...News

Trasferta lunga per i nostri pirati partiti da Santa Sabina alle volta di Chiusi per giocarsi l’accesso alla finale con i pari età della FC TUSCAN ACADEMY.

Si gioca a 7. Il rettangolo di gioco è allestito in orizzontale nello stadio di Via Mazzini dove anche stavolta veniamo accolti da una piacevole sorpresa. Si, perché nel campo a fianco, troviamo i nostri colori indossati dal gruppo 2008 allenato da Mr. Luzzatti anche loro impegnati nella semifinale. In bocca al lupo ragazzi!

L’enormità del campo, sembra averci catapultato in una puntata di Holly & Benji. Chi ha avuto modo di seguire la sfida sulle piattaforme in etere, ha riportato che da porta a porta si sono trovati in mezzo anche spot pubblicitari…

La partita è molto condizionata dal fattore campo e i ragazzi faticano a macinare gioco concentrati sulla gara di mezzofondo che devono compiere… Le squadre sono inevitabilmente lunghe ma estremamente sportive e corrette.

I pirati sembrano meglio organizzati e già al 2′ colpiscono un legno con Mine che si ripete al 5′ dove è bravo e attento l’estremo della Tuscany a respingere

Passano pochi secondi e Zebeli firma il vantaggio con una ribattuta a pochi passi dalla linea di porta. È 1-0.

Fallito l’obiettivo della finale casalinga del “Mariotti”, oggi i pirati spingono forte sull’acceleratore. Al 9′ veniamo deliziati da una giocata acrobatica dei “gemelli Derrick” DiDo+Benda. Assist in rovesciata del primo, conclusione in rovesciata di “bum bum”. Fuori di un soffio. Ci rifacciamo pericolosi al 13′ con Trottini che spara a lato dopo una sgroppata sulla fascia destra.

Solo un minuto più tardi gli amici in maglia rossa ci fanno sussultare con una botta finita di poco fuori a concludere un’azione in contropiede.

La tenacia dei blau-grana è presto premiata. Al 17′ è bravo Chico Brizi in semirovesciata a mandare la palla alle spalle del #1 in tenuta grigia.

Due minuti più tardi, su leggerezza del sempre attento Borghesi, “SpidEdo” compie una parata che incanta gli occhi di tutti. Volo pindarico in corsa all’indietro fuori dalla porta e senza aver nessun minimo riferimento. Parata strappa applausi. Davvero gran gesto tecnico tutto di istinto.

Nel secondo tempo amministriamo il vantaggio ottenuto nei primi 20′ . Poche le occasioni da una parte e dall’altra. È ancora Zebeli a tentare due volte da vicino ma la dea bendata e la bravura del portiere gli negano la gioia della doppietta.

Più tardi solita sventola del Mine che sfiora di poco l’incrocio.

A pochi minuti dal termine, Zeb ci riprova in azione di sfondamento ma trova il generosissimo e bravo #6 a fare da muro e salvare la propria porta.

Triplice fischio e, dopo la doccia, tutti a letto presto. Domani per la finale, ci attende l’Orvietana.